Nell’Aula Consigliare domenica 26 giugno 2022

Sono immagini che si commentano da sè.  Una sorta di Capitol Hill sestese.
Il luogo, l’aula consigliare di Sesto San Giovanni, location di pregio.  I presenti, tra cui facilmente riconoscibili l’eurodeputata Silvia Sardone e il noto consigliere Tullio Attanasio¹, in carico alla lista Di Stefano e saltellante sul tavolo a fianco della bandiera della Lega Nord.
Si sente cantare: Chi non salta comunista è …

È qui che “in pieno diritto” stanno simbolicamente ed animatamente festeggiando l’elezione del sindaco. 

Il Comune è la casa di tutti. L’aula consigliare è il luogo dell’assemblea che rappresenta ogni cittadino.

E questa rappresentazione non è altro che l’epilogo e al tempo stesso l’inizio di una ennesima pagina vergognosa da parte di chi non ha alcun senso istituzionale, di chi non ha rispetto della nostra città, della sua storia e del suo futuro.
A tutti costoro ci rivolgiamo per ricordare  che il Comune non è una posta in gioco, non è di chi “vince”, indipendentemente dal colore politico, ma il luogo rappresentativo di tutti i cittadini e che  il gesto di salire sui banchi significa essere irrispettosi nei confronti delle Istituzioni.
Saranno pertanto intraprese delle azioni nelle sedi appropriate.

— ♦ —

¹ Fonte: jariccola (Istagram) ovvero Colla Jari deputato al parlamento italiano in carico alla LEGA – SALVINI PREMIER

Con il commento “L’ex Stalingrado d’Italia vede la riconferma del sindaco uscente della Lega che 5 anni fa espugnò la città dopo 70 anni di governi di sinistra. Missione compiuta, SESTO SG NON SARÀ MAI PIÙ COMUNISTA!!! 💪🏻💪🏻 “
 
 
— ♦ —
 
 
 
 
 
 
— ♦ —
Condividi

IL PD RINGRAZIA

Grazie Michele,
grazie ai 12233 sestesi che domenica 26 giugno hanno sostenuto il nostro progetto di città.
Lo sforzo fatto fin qui non è bastato, ma dalla sconfitta di oggi dovremo creare le fondamenta e le basi per un progetto da costruire insieme, far conoscere e maturare, per costruire una valida alternativa.

Ci aspettano 5 anni di opposizione dura e puntuale nel tentativo di salvaguardare gli interessi di tutta la città e di tutti i sestesi che la vivono ogni giorno.

Restiamo uniti, vicini e coesi; abbiamo una visione e vogliamo davvero
reinventare Sesto!

Condividi

PD CON FOGGETTA – IL PROGRAMMA

La nostra Sesto è una città ricca di passioni, energie e competenze che possono e devono essere connesse al fine di costituire un bene comune che faccia sentire, davvero, tutte e tutti parte della stessa comunità.

PDSestoSG  L’adesione

Noi del Partito Democratico siamo convinti che si possa concretizzare il sogno di reinventare una nuova città, nella quale le persone sono al centro di un tessuto sociale che realizza per i bambini, i ragazzi e i giovani, il futuro della nostra città, una rete di servizi educativi a partire dall’infanzia, passando per la scuola e le agenzie educative pubbliche e private che in rete offrano un supporto di qualità attorno ad un progetto che deve essere guidato dal Comune

Proposte che MIGLIORANO SESTO

Condividi

Continua a leggere

Eccoci! La nostra squadra è pronta!

Eccoci! Noi siamo le persone che vivono Sesto!
Questa mattina la nostra squadra si è presentata alla città con idee forti, dirette e vincenti.
Siamo carichi e pronti a dimostrare che le nostre proposte sono quello di cui i sestesi hanno bisogno!
Il 12 giugno vota PD!
Condividi

STALINGRADO D’ITALIA, MEDAGLIA D’ORO ALLA RESISTENZA.

Sesto San Giovanni, 1 luglio 2022
Dopo l’esito elettorale del ballottaggio delle elezioni Amministrative del 26 giugno 2022, su tutti i media e nei comunicati trionfanti del Sindaco Di Stefano, Sesto San Giovanni viene definita EX STALINGRADO D’ITALIA.
Crediamo doveroso spiegare, una volta per tutte, che STALINGRADO D’ITALIA non significa Giunte rosse per oltre 70 anni.
STALINGRADO significa operai della Breda, Pirelli ed Ercole Marelli che nel 1944 hanno scioperato per OTTO giorni consecutivi con i nazisti dentro le fabbriche.
Particolarmente significativi furono lo sciopero generale del 21 settembre e lo sciopero del 23 novembre del 1944 alla Pirelli Bicocca, dove i nazisti, capeggiati dal capitano delle SS Theo Saewecke, effettuarono 183 arresti; l’intervento della Direzione, peraltro minacciata di deportazione in blocco, valse a far rilasciare 27 operai.
Centocinquantasei lavoratori furono comunque deportati nei lager nazisti.
STALINGRADO quindi significa Resistenza, significa gente che ha resistito alla dittatura e alle minacce, come gli abitanti russi di Stalingrado hanno resistito all’assedio tedesco.
STALINGRADO D’ITALIA rappresenta quelle persone lì, che hanno pagato la loro Resistenza con la deportazione e, nella maggior parte dei casi, con la vita.
EX STALINGRADO non si può proprio più sentire!
Non siamo EX, quella Resistenza c’è stata, è nella storia, e nessun giornalista, tantomeno il sindaco della città appena rieletto e la sua maggioranza, che sino ad ora non ha mai preso sufficientemente le. distanze da un tragico passato, la può cancellare.
E’ un onore essere STALINGRADO D’ITALIA, MEDAGLIA D’ORO ALLA RESISTENZA. PER SEMPRE.

La Presidente dell’ANPI Sesto
Lina Calvi

Condividi

PD Sesto San Giovanni

Partito Democartico – Sede cittadina
via Cesare da Sesto,19
20099 Sesto San Giovanni
tel. 02 22470558
Facebook Pagelike Widget

© 2022 PDSestoSanGiovanni