Logo_PD

Il 5 maggio 2015 alle h. 18.15 presso la sede del P.D in V. Fiorani Sesto S. Giovanni, si è riunito il gruppo sulla partecipazione. Sono presenti: Lorena Croatto, Locati Ennio, Walter Losma, Dario Rinco, Giulio Vanzati, Oscar Manfrin.

CROATTO ritiene che a seguito del lavoro svolto nelle riunioni precedenti, si possono individuare tre proposte da sottoporre all’attenzione dell’amministrazione comunale in occasione della prossima conferenza programmatica.

Le proposte emerse sono finalizzate a promuovere processi decisionali partecipati.

Sono il Bilancio partecipativo, il Forum dei cittadini e la   La giunta risponde.

Sarà cura della coordinatrice stilare un documento che articoli le proposte, che verrà condiviso con i componenti del gruppo. Le stesse vengono esposte di seguito in forma riassuntiva

LOSMA rispetto la sua proposta ” La giunta risponde” via chat, ritiene che vi sia già nel calendario del sindaco, un giorno dedicato agli appuntamenti con i singoli cittadini. L’uso della tecnologia, potrebbe favorire l’inclusione dei giovani e semplificherebbe le modalità di contatto.

LOCATI sostiene che sarà necessario un filtro che potrà essere attivato attraverso delle prenotazioni.

VANZATI ritiene che il vantaggio di questa modalità consiste nel permettere tecnicamente a più persone di assistere e partecipare ai colloqui.

LOCATI suggerisce che le chiamate potrebbero essere fatte a sorte tra alcuni cittadini dei quartieri come avviene in Svizzera, le criticità emerse potrebbero essere comunicate sul portale per aprire un confronto costruttivo.

RINCO espone la sua proposta “Il forum dei cittadini”, che consiste nel convocare una volta all’anno una assemblea dei residenti, attraverso una preventiva campagna informativa.

I cittadini riuniti avanzeranno varie proposte per la città, valutandone costi e benefici. L’idea più votata verrà relazionata in consiglio comunale  dal suo proponente , avviando così un dialogo tra eletto e elettore.

Nel 2011 a Sesto si svolse un assemblea chiamata ” La parola ai cittadini,” in quell’occasione le proposte più votate furono quelle di alcune studentesse che riguardavano la modifica degli orari d’accesso alla biblioteca.

In quella sede emerse l’esigenza di aprire la biblioteca in orari serali.  Su questa tematica si sviluppò una discussione che promosse una maggior sensibilizzazione dell’amministrazione, sulle modalità di erogazione del servizio.

Croatto introduce la terza proposta riguardante il BILANCIO PARTECIPATO.

Consiste in uno strumento nato per favorire una reale apertura della macchina istituzionale alla partecipazione della popolazione.

L’amministrazione mette a disposizione una cifra anche piccola del bilancio comunale,   che verrà investita secondo la priorità stabilita dai cittadini.

Tutti gli strumenti partecipativi sopra esposti, sono operativi da anni in moltissime realtà amministrative.

Il verbale si chiude alle ore 20.00